Sugli accordi di Maastricht

Di Alberto Benzoni Londra, novembre 1991. La Camera dei Comuni sta per varare una risoluzione bipartisan, anzi tripartisan, per la ratifica degli accordi di Maastricht; con un consenso praticamente unanime, anche se variamente motivato. Ad opporsi un manipolo di conservatori, in nome dell’alterità britannica e, a sinistra, Tony Benn, in nome della democrazia. Ecco alcuni […]

La Campagna Referendaria

Cerchiamo di convincere gli italiani del perché votare NO al referendum confermativo delle modifiche costituzionali. Certo potremmo chiederci perché si votò NO alle modifiche fatte dal governo Berlusconi, molto simili a quelle proposte da Renzi, e dovremmo dire SI alle stesse modifiche oggi, ma preferisco cercare nella analisi delle singole modifiche, ragioni argomentate. Prendiamo ad […]

Costituzione 1° Bene Comune

Registrazione video del dibattito dal titolo “Costituzione 1° Bene Comune“. Roma lunedì 11 gennaio 2016 Dibattito organizzato da Coordinamento per la democrazia costituzionale. Sono intervenuti: Domenico Gallo (presidente dell’Associazione per la Democrazia Costituzionale), Alessandro Pace (professore emerito di Diritto costituzionale all’Università La Sapienza di Roma), Alfiero Grandi (presidente della Fondazione Luigi Einaudi di Roma per […]

Alcune note a margine di una riunione di Mondoperaio e del Risorgimento Socialista

Vorrei provare a condividere alcune suggestioni stimolate da una recente riunione di redazione della rivista Mondoperaio e dalla assemblea del 28 novembre 2015 a Roma, fondativa di Risorgimento Socialista. Inizio dalla prima. 1) Europa ed ONU, sono risorse per affrontare le questioni internazionali. Non per essere terzomondista, o filopalestinese (beninteso non nemico di Israele!), ma […]

Punti Programmatici Istituzionali

Ritengo che il combinato disposto tra Italicum e riforma del Senato trasformino il nostro Parlamento, come dice anche Violante, nella “segreteria di palazzo Chigi”.   PREMESSA A mio parere più dell’eleggibilità o meno del Senato, il pericolo sta in una verticalizzazione della struttura decisoria senza adeguate contromisure atte a perseguire il bilanciamento tra i poteri […]