Sud est asiatico

Le relazioni tra Cina e Vietnam

La cooperazione oltre le sfide

Giulio Chinappi

In questo articolo Giulio Chinappi approfondisce la natura dei rapporti diplomatici, commerciali e geopolitici tra i due giganti dell’Estremo Oriente. Il Vietnam ha colto l’occasione del covid per subentrare alla Cina nel ruolo di “fabbrica del mondo” favorendo liberalizzazione, investimenti e alta produttività. La Cina punta invece a emanciparsi dalle esportazioni per non far dipendere il proprio benessere dall’andamento del mercato globale. Entrambe gli Stati testimoniano, assieme ad altri non ultimi Laos o Indonesia, la dinamicità della regione e i grandi successi del socialismo di mercato nel favorire la creazione di benessere, la crescita economica, la stabilità e la pacificazione locale e globale. La crescita economica nell’area mostra anche come il concentrarsi al proprio interno e quindi sulla crescita, permetta a queste nazioni di avviare un processo pacifico di cooperazione e sviluppo nelle proiezioni estere.

Le relazioni tra Cina e Vietnam sono un argomento di grande rilevanza geopolitica e strategica, che coinvolge due Paesi con legami storici profondi e complessi. Nel corso degli anni, questi due Paesi socialisti hanno sviluppato una partnership che, nonostante alcune sfide e tensioni, ha raggiunto livelli senza precedenti di cooperazione economica, politica e culturale. Di recente, la visita del presidente vietnamita Võ Văn Thưởng in Cina e quella del presidente cinese Xi Jinping in Vietnam hanno aggiunto ulteriori elementi alla trama di questa relazione bilaterale, sottolineando l’importanza strategica e la volontà comune di costruire un futuro condiviso.

Come evidenziato da molti analisti, le relazioni tra Vietnam e Cina presentano vantaggi unici rispetto ad altri rapporti bilaterali. La vicinanza geografica, con confini terrestri e marittimi, facilita lo sviluppo di scambi commerciali, investimenti e contatti interpersonali. Questa prossimità geografica agevola anche lo scambio culturale, come programmi di studio all’estero e turismo, grazie alle similitudini culturali tra i due Paesi, al netto di alcune questioni irrisolte come quella del Mar Cinese Meridionale.

Un elemento cruciale che contribuisce al consolidamento delle relazioni è inoltre il ruolo egemone dei partiti comunisti in entrambi i Paesi. Questo canale di scambio tra il Partito Comunista del Vietnam e il Partito Comunista Cinese è stabile, potente ed efficace, e contribuisce a mantenere stabilità anche durante periodi difficili nelle relazioni bilaterali.

Dal 17 al 20 ottobre, il presidente vietnamita Võ Văn Thưởng si è recato a Pechino per prendere parte al terzo Belt and Road Forum per la cooperazione internazionale su invito del suo omologo Xi Jinping. Alla vigilia di questa importante occasione, l’ambasciatore vietnamita in Cina, Phạm Sao Mai, e l’ambasciatore cinese in Vietnam, Xiong Bo, hanno colto l’occasione per fare il punto tra le relazioni bilaterali sino-vietnamite, che hanno definito essere ai “massimi storici”.

“Dopo 15 anni di creazione di un partenariato strategico globale, le relazioni tra Vietnam e Cina sono stabili e ben sviluppate”, ha detto il diplomatico cinese Xiong Bo. “Penso che la cooperazione tra i due Paesi abbia raggiunto il livello più alto della storia”. Secondo Bo, la fiducia politica tra i leader dei due partiti dimostra chiaramente la sua tesi. L’ambasciatore ha infatti affermato che il costante rafforzamento e approfondimento delle relazioni tra i due Paesi è stato sostenuto con fermezza ed entusiasmo da entrambe le parti su importanti agende politiche.

Oltre a migliorare la fiducia politica, Vietnam e Cina hanno anche rafforzato gli investimenti e la cooperazione economica e commerciale, che secondo Bo sono importanti per lo sviluppo di entrambi i Paesi. La Cina mantiene la sua posizione di principale partner commerciale del Vietnam, mentre il Vietnam è a sua volta il principale partner commerciale della Cina nell’ASEAN. Il Vietnam è il quarto partner commerciale della Cina in assoluto, dopo Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud.

Nel 2022, il fatturato delle importazioni ed esportazioni Vietnam-Cina ha raggiunto i 175,56 miliardi di dollari, con un aumento del 5,47%. Nei primi nove mesi del 2023, il fatturato totale di import-export del Vietnam con la Cina ha raggiunto i 122 miliardi di dollari. Lo scorso anno, gli investimenti della Cina in Vietnam hanno raggiunto quasi 2,1 miliardi di dollari grazie a 478 progetti, rendendo il Paese il secondo maggiore investitore di investimenti diretti esteri del Vietnam dopo Singapore. Inoltre, la Cina rappresenta la principale provenienza dei turisti stranieri che visitano il Vietnam, un dato che aveva superato i 5,8 milioni di turisti nel 2019, prima della pandemia.

La visita del presidente Xi Jinping in Vietnam, avvenuta lo scorso dicembre, ha a sua volta rappresentato un momento significativo nelle relazioni tra i due Paesi, evidenziando il costante impegno per il consolidamento dei legami bilaterali. L’incontro tra Xi Jinping e i leader vietnamiti ha portato alla firma di accordi e dichiarazioni che hanno rafforzato ulteriormente la cooperazione economica, politica e diplomatica. La dichiarazione congiunta rilasciata al termine della visita ha sottolineato l’importanza di un approccio basato sul rispetto reciproco, sull’uguaglianza e sulla cooperazione vantaggiosa per entrambe le parti.

Uno degli aspetti centrali delle relazioni tra Cina e Vietnam è rappresentato dal loro legame economico sempre più stretto. Nel corso degli anni, come detto, il commercio bilaterale tra i due Paesi ha registrato una crescita costante, raggiungendo cifre record. L’approfondimento della cooperazione economica è stato evidenziato dalla complementarità strutturale delle rispettive economie, che si sono dimostrate in grado di supportarsi reciprocamente in settori tradizionali e emergenti. La visita di Xi Jinping ha contribuito a rafforzare ulteriormente questo trend, con l’annuncio di nuovi investimenti e progetti congiunti nei settori dell’energia pulita, dell’agricoltura e del turismo.

Tuttavia, le relazioni tra Cina e Vietnam non sono limitate alla sfera economica, ma coinvolgono anche fondamentali dimensioni politiche e diplomatiche. La visita di Xi Jinping ha sottolineato l’importanza di un dialogo politico continuo e di un coordinamento multilaterale più stretto su questioni regionali e globali. Le due parti hanno espresso il loro impegno a lavorare insieme per promuovere la pace, la stabilità e la prosperità nella regione e nel mondo, rispettando il principio di non interferenza negli affari interni reciproci.

Inoltre, la visita ha offerto l’opportunità di affrontare alcune delle sfide e delle questioni irrisolte che possono influenzare le relazioni bilaterali tra i due Paesi. Il problema del Mar Cinese Meridionale è rimasto uno dei punti di contenzioso, ma entrambe le parti hanno ribadito il loro impegno per una soluzione pacifica e negoziata delle dispute territoriali. Allo stesso tempo, sono stati discussi anche i modi per superare le difficoltà nel commercio e nell’export agricolo, dimostrando una volontà concreta di affrontare le questioni rimanenti.

Infine, la visita di Xi Jinping in Vietnam ha sottolineato l’importanza di una narrativa positiva e costruttiva sulle relazioni tra i due Paesi. Mentre alcune forze esterne potrebbero cercare di distorcere o minimizzare i progressi raggiunti, Cina e Vietnam hanno riaffermato il loro impegno per il mantenimento della pace, della stabilità e della prosperità nella regione e nel mondo. La dichiarazione congiunta emessa al termine della visita ha fornito una chiara visione del futuro delle relazioni bilaterali, basato su una cooperazione strategica a lungo termine e sulla costruzione di un futuro condiviso per entrambi i popoli.

In conclusione, le visite del presidente Võ Văn Thưởng in Cina e del presidente Xi Jinping in Vietnam ha rappresentato un momento chiave nel consolidamento delle relazioni tra i due Paesi. Attraverso la firma di accordi e dichiarazioni congiunte, Cina e Vietnam hanno riaffermato il loro impegno per una cooperazione economica, politica e culturale più stretta, basata sul rispetto reciproco e sull’interesse comune. Nonostante le sfide e le tensioni che possono emergere di tanto in tanto, le relazioni tra Cina e Vietnam continuano a prosperare, rappresentando un importante pilastro di stabilità e sviluppo nella regione dell’Asia-Pacifico e oltre.