di Franco Bartolomei,

coordinatore nazionale del Risorgimento Socialista

Cari Compagni, il compagno Julian Assange è un uomo libero .
Forse, arrabbiati per il patteggiamento imposto quale condizione in esito ad una trattativa complessa condotta non a caso con la FBI, in cui la CIA è stata secondo me messa da parte insieme con il Pentagono, non ci si rende conto di quale schiaffone in faccia abbiano preso gli USA.


E’ un segnale chiarissimo di come il Deep State americano cominci a dividersi seriamente.
Sicuramente per il buon esito della vicenda sono stati decisivi i laburisti australiani, che hanno approvato a maggioranza nel loro Parlamento mesi fa una formale richiesta di liberazione e rimpatrio.


Così come a monte di tutto sono state importantissime le proteste delle opinioni pubbliche: ma, aggiungo io volentieri, sono state determinanti le vittorie russe e la resistenza strenua di Hamas e dei suoi alleati.


Questa vicenda conferma il mio ottimismo di fondo sullo scontro globale in atto. Ricordate sempre il Socialismo è la forza della vita e della fiducia nell’Uomo, la morte è la sorella prediletta del Capitale Imperialista e Finanziario e dei Nazifascisti.

Oggi è stato un gran giorno.

“Il compagno Assange libero: la ritira degli USA”, video di Pierpaolo Caserta