Ottobre 28, 2018

Una battaglia di sinistra: riscrivere l’art. 81

di Norberto Fragiacomo Risorgimento Socialista, Friuli Venezia Giulia   La provocazione “gialloverde” insita nell’ormai celebre rapporto deficit-PIL al 2,4% è stata prontamente raccolta da attori esterni e interni: fra questi ultimi annoveriamo forze politiche liberiste e globaliste (PD, FI ecc.1), media ultraeuropeisti e commentatori più o meno schiacciati sulla vulgata sistemica. Tra gli opinionisti sono in parecchi a essere andati …

Continue reading
Maggio 5, 2018

Direzione di Risorgimento Socialista: il rilancio di Potere al Popolo

I socialisti accettano la sfida_POTERE AL POPOLO

Il documento della Direzione Nazionale di Risorgimento Socialista, riunita presso la sede nazionale di Viale Giotto 17 a Roma in data 15 Aprile 2018. Dalla relazione introduttiva del coordinatore Franco Bartolomei a tutti gli interventi che si sono susseguiti il dibattito, in seno alla Direzione, è stato incentrato sulle prospettive politiche di Potere al Popolo e sulla futura organizzazione di …

Continue reading
Dicembre 20, 2017

Dalla Le Pen all’Austria: la truffa del sovranismo di destra

Le Pen Strache e Salvini al governo tornano pro euro

di Ferdinando Pastore In Austria, l’estrema destra nel momento in cui raggiunge il governo rinuncia al proprio programma di contestazione al modello dell’Unione Europea. La scelta è repentina e segue il solco tracciato da Marine Le Pen, anch’essa, all’indomani delle Presidenziali, pentita del proprio sovranismo. Cosa dimostrano questi cambi di rotta? Per esempio che non può esistere un sovranismo di …

Continue reading
Ottobre 18, 2017

Il Brancaccio? Non è la risposta

Anna Falcone e Tomaso Montanari, appello unità della sinistra

di Ferdinando Pastore Negli ultimi giorni, definitivamente, il Brancaccio ha gettato la maschera: la portavoce di quell’iniziativa, Anna Falcone, ha sottolineato l’importanza strategica di Massimo D’Alema. Di più! Tutti dovremmo riconoscere la sua centralità per aver detto, per primo (sic!), che oggi serve una nuova compagine sociale, unita, a sinistra. Quindi D’Alema. Ma a questo punto perché Renzi no? Dov’è …

Continue reading