Gennaio 26, 2017

I socialisti con Paolo Maddalena insieme per la Costituzione

I socialisti per attuare la Costituzione con Paolo Maddalena

Con Paolo Maddalena, verso un programma per l’attuazione urgente della Costituzione della Repubblica democratica italiana 22 gennaio 2017, Centro congressi Cavour “Ogni cambiamento passa dalla conoscenza, passa dalla cultura”, con queste parole il professore Paolo Maddalena ha aperto l’Assemblea Nazionale: Programma per l’attuazione urgente della Costituzione della Repubblica Democratica Italiana. Risorgimento Socialista ha aderito all’invito, condividendo il documento base e …

Continue reading
Gennaio 1, 2017

No alle primarie di coalizione

Il no dei socialisti a primarie di coalizione del centrosinistra

  NO a primarie farlocche di centro-sinistra Un netto NO alla partecipazione a primarie di coalizione del centrosinistra, magari sotto la guida di Laura Boldrini come sembra vorrebbe Giuliano Pisapia: è questa la posizione di  Felice Besostri, coordinatore degli avvocati anti-Italikum e tra i fondatori di Risorgimento Socialista. “La stagione delle “riforme” elettorali e istituzionali renziane è politicamente finita con il referendum …

Continue reading
Dicembre 29, 2016

No alla chiamata diretta !

I socialisti a fianco di docenti e studenti

NO (ANCORA E SEMPRE) ALLA CHIAMATA DIRETTA  PER IL RIPRISTINO DI GRADUATORIE OGGETTIVE E PUBBLICHE Incontro Miur-sindacati per il prossimo contratto sulla mobilità dei docenti. Non ci siamo soprattutto per un punto. Apprezziamo le aperture (rivelate da fonti giornalistiche), che sono anche un gesto di responsabilità del ministero sulla mobilità non più demandata ai vincoli della legge 107-2015 (la Scuola …

Continue reading
Dicembre 21, 2016

Mattarellum ? No grazie !

I socialisti contro il Mattarellum, la legge elettorale preferita del PD

di Alberto Benzoni CI MANCAVA PROPRIO IL MATTARELLUM Il Mattarellum è forse l’esempio più clamoroso del cretinismo istituzionale che ha presieduto alla nascita della seconda repubblica: l’idea che un sistema politico per sua natura pluripartitico e quindi basato sul proporzionalismo potesse convertirsi alle virtù del bipartitismo anglosassone perchè spinto verso questa direzione da un sistema elettorale per il 75% anglosassone. …

Continue reading