di Giuseppe Giudice

 

(foto: Dagospia, da Google)

Cercherò di essere molto sintetico: credo che molti di noi abbiano ben chiaro il quadro che sia la Lega che il PD siano perfettamente organici al sistema finanzcapitalista, sia pure con declinazioni differenti.

Basta vedere il comportamento in Europa dei leghisti con il pieno supporto (con i paesi di Visegrad) al rinnovato asse Franco-Tedesco che vede la Lagarde alla BCE e la Van der Leyen alla presidenza della Commissione Europea (che poi sono le due strutture che contano davvero, il Parlamento Europeo è realtà marginale di fatto): gli equilibri non si spostano di un millimetro (come era del resto prevedibile), c’è solo la cooptazione della destra populista e xenofoba, ed una “reductio” del PSE, e in conseguenza di ciò nessuna procedura d’infrazione (altra cosa prevedibile).

Con i 5 Stelle che ormai appaiono essere appendici della Lega e comunque in una fase di perdita forte di ogni autonomia: per essere coerente con quello che ho sempre detto, sottolineo che la Lega sta creando da tempo un clima terribile in Italia, tramite una campagna martellante di odio e criminalizzazione verso i migranti (e verso chi non la pensa come loro), soffia sulla “guerra tra poveri” in un preoccupante clima di incattivimento e di regressione sociale e culturale.

Costruisce una narrazione fondata organicamente sulle fake news (come ha fatto Bolsonaro in Brasile) , per cui si fonda una percezione dei fenomeni in larga parte costruita e talvolta corroborata dalla cattiva gestione dell’immigrazione in Italia, a cui , anche i governi in cui era presente la Lega, hanno contribuito in modo determinante.

Ma tutto ciò va bene “cinicamente” al PD: l’ipocrisia e la strumentalizzazione , sulla pelle di povera gente che fugge dai lager libici, della solidarietà “pelosa” degli Orfini etc (che hanno votato il Decreto Minniti), è perfettamente logica dal loro punto di vista.

Marco Minniti ministro dell'Interno

Schematizzando loro mandano questo messaggio : “siamo noi la vera alternativa a questa destra“: loro che hanno sostenuto la guerra in Libia (con Berlusconi) ed in Siria alla base della catastrofe umanitaria!

Loro che hanno sostenuto fino in fondo le politiche di austerità , di svalutazione e precarizzazione del lavoro. Come dice Corbyn: “sono le politiche di austerità che creano le guerre tra poveri“.

E tantomeno sono in grado di offrire una narrazione alternativa a quella della Lega, in quanto entrambi, come dicevo, organici al finanzcapitalismo.

Una sinistra socialista democratica di classe, deve costruire la contronarrazione, sulla base di una alternativa organica al modello finanzcapitalista, tramite la opposizione strutturale alle politiche di austerità e svalorizzazione del lavoro imposte dalla UE (e quindi il superamento di Maastricht e Lisbona), la capacità di integrare i migranti (proprio sulla base dell’effetto di tali politiche alternative), di una saggia regolamentazione dei flussi (fermo restando il diritto d’asilo per chi fugge da guerre e regimi sanguinari) ed infine aggredendo il problema alla radice, come molti socialisti lungimiranti avevano previsto fin dal 1980.

Parlo di Olof Palme che si è sempre battuto per lo sviluppo dell’Africa, al di fuori dello sfruttamento, nonché della cancellazione del debito.

Parlo di Riccardo Lombardi che poneva in stretta relazione di implementare in Europa un diverso modo di produrre e consumare compatibile con lo sviluppo del III Mondo.

L’unico modo per rallentare i flussi migratori , di un continente, di cui si prevede (a bocce ferme) un raddoppio della popolazione entro 50 anni: del resto lo stesso Papa Francesco ha messo in evidenza, come il problema strutturale sia quello dello sfruttamento neocoloniale dell’Africa, che provoca forti correnti migratorie, e incide in modo drammatico sull’ambiente.

E lui rivendica sia il diritto di emigrare, che quello di non emigrare, essendo in gran parte l’emigrazione frutto di uno stato di necessità e non di libera scelta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>