Al Sindaco di Melendugno,

compagno Marco Potì

Caro compagno,

riteniamo di poterti scrivere in qualità di erede della tradizione socialista della tua famiglia.

Seguiamo da anni con interesse e orgoglio la battaglia che, come sindaco e compagno, stai portando avanti assieme ad un’intera comunità contro l’approdo del famigerato gasdotto TAP. Riteniamo questa tua e vostra battaglia anche nostra per numerose ragioni che riguardano l’opacità totale delle deliberazioni fra Stato e società privata TAP, la trasversalità dei consensi, fra destra e centrosinistra fino al recente voltafaccia del governo Lega-5stelle, a questa ennesima “grande opera” (una trasversalità di per sé eloquente della convergenza sostanziale fra i differenti gruppi di potere in Italia e che rivela una piena subalternità ideologica alle logiche neoliberiste pressoché postume), l’assenza di una reale discussione su alternative riguardanti non soltanto approdo e percorso (come vorrebbe il presidente Emiliano) ma propriamente su quale modello di sviluppo si intende scegliere per i prossimi decenni.

Infine ci indigna, ma non ci sorprende, la sostanziale indisponibilità di ascoltare la tua comunità e le sue ragioni, associata ad un’indifferenza verso le pesanti ricadute paesaggistiche e economiche e un’assuefazione ad una ricorrente criminalizzazione e/o repressione del dissenso. In tutto ciò siamo con te e con la tua comunità solidali e associamo la tua battaglia – tutt’altro che localistica! – a quelle che altri compagni stanno svolgendo in vari campi, dal no alla revisione costituzionale ai ricorsi contro le ultime leggi elettorali presso la Consulta, all’impegno per una scuola pubblica e contro la legge 107-2015, passando per una riaffermazione di un’organizzazione della sinistra socialista (finora assente in Italia, a differenza di altri paesi europei) e la ricostruzione di una presenza socialista nel mondo sindacale.

A nostra volta, con l’impegno in Risorgimento Socialista, noi ci proponiamo di continuare in modo coerente ed onorevole la tradizione del socialismo italiano, che tanta e decisiva parte ha avuto nella storia del nostro Paese. Non sappiamo quali siano le tue opinioni circa la cd. “diaspora socialista” italiana e le politiche adottate dal partito guidato da Nencini. Noi riteniamo che quelle politiche siano fuori dal corso storico del socialismo e contro i più qualificanti risultati conseguiti dalla tradizione socialista nei decenni scorsi.

Sul sito nazionale di Risorgimento Socialista si trovano le nostre analisi e le nostre posizioni circa i problemi di questo momento storico e dei compiti che spettano alle forze di sinistra per tenere fede alla propria specifica funzione. Lavoriamo con l’intento di far crescere una forza che renda presente, in termini effettivi, le ragioni del socialismo.

Ci piacerebbe averti con noi. Se qualcosa dei nostri documenti identitari e programmatici non dovesse convincerti, saremmo ben lieti di confrontarci con te.

Se altri sono però i tuoi orientamenti, ti facciamo comunque i migliori auguri per i tuoi impegni sociali e politici.

Che sono anche nostri.

La cosa essenziale è che ci siano persone disposte a lottare con sincerità di intenti per il bene della società in un momento storico tanto complicato.

Fraterni saluti

Franco Bartolomei (coordinatore nazionale)

Gaetano Colantuono (referente per Bari e provincia)

Santo Prontera (referente per il Salento, Taurisano)

RECAPITI – www.risorgimentosocialista.it

rspuglia2016@gmail.com – pagina facebook: Risorgimento Socialista Puglie

I socialisti per difendere gli ulivi pugliesi contro la TAP

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>