20 maggio 1970: lo Statuto dei lavoratori è legge

di Franco Bartolomei

20 maggio 1970: lo Statuto dei lavoratori è legge

Il 20 Maggio 2017 e’ l’ anniversario della approvazione della Legge 300, lo Statuto dei Lavoratori, voluto dal ministro sindacalista socialista Giacomo Brodolini.

Una grande vittoria politica del nostro vecchio Partito Socialista Italiano, che ha realizzato compiutamente il dettato costituzionale nei rapporti di lavoro, creando gli strumenti giuridici che hanno garantito ai lavoratori per moltissimi anni la sicurezza e la dignita’ del lavoro, e soprattutto la salvaguardia del loro pieno, libero ed autonomo potere contrattuale.

Una legge che ha rivoluzionato le relazioni industriali e ha dato concretezza totale al principio di eguaglianza sostanziale affermato dall’art 3 della Costituzione.


Tutto cio’ e’ stato distrutto coscientemente dai governi della II repubblica – Monti, Letta e Renzi- dopo il commissariamento politico ed economico del nostro paese da parte dei poteri monetari internazionali , in ossequio alle indicazioni delle tecnocrazie finanziarie che determinano le politiche dell’Unione Europea dai tempi del trattato di Maastricht.


Il motivo e’ molto semplice : lo Statuto dei lavoratori come tutte le altre norme chiave che definiscono il modello sociale ed economico di riferimento del nostro impianto Costituzionale, è assolutamente incompatibili con i trattati di Maastricht e di Lisbona.


La nostra contrarieta’ a questa UE non e’ quindi un vezzo , ma una necessita’ democratica, in nome della nostra Costituzione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>