di Franco Bartolomei

I socialisti per la Costituzione, contro il Fiscal Compact

Ripristinare la nostra sovranità costituzionale.

E’ questo il senso dell’adesione di Risorgimento Socialista alla piattaforma politica di “Attuare la Costituzione” ,che ispira la nostra partecipazione a questa grande giornata del 25 Marzo: una giornata di lotta,.di contestazione del Trattato di Maastricht, e del Fiscal Compact.

Ripristinare la sovranità costituzionale degli Stati rappresenta la condizione base per ricostruire una nuova Europa Democratrica: il Trattato di Maastricht sviluppa l’imposizione assoluta e incondizionata di un modello liberista ,omogeneo alla finanziarizzazione delle economie sviluppate, e che tramite l’azzeramento della potesta’ monetaria degli stati costruisce un sistema istituzionale totalmente chiuso nella sua impostazione.

Solo una preliminare, e totale, ripresa di forza Costituzionale degli Stati dell’Unione Europea può poi condurre ad una nuova istituzione Europea, non piu’ liberista e nuovamente comunitaria.
La Sovranita’ Costituzionale degli Stati e’ quindi per noi un mezzo necessario per innescare un processo di collaborazione ed integrazione tra i popoli d’Europa di ben altra natura democratica e di ben altro livello di qualita’ sociale dell’attuale Unione, tecnocratica ed autoritaria, che impoverisce i popoli, li espropria di ogni potere decisionale, e assoggetta ogni scelta d’indirizzo generale agli interessi dell’equilibrio finanziario complessivo al cui servizio e’posto il suo ricattatorio sistema monetario .

Il nostro progetto è quindi collegare tutte le piattaforme anti-Maastricht ,che pongono il recupero pieno della sovranita’ costituzionale come momento centrale di un programma politico anticrisi , attorno ad un progetto di governo sufficientemente definito negli obiettivi e nella misure da adottare, per costruire attraverso un lavoro di confronto e chiarimento un fronte politico alternativo allo schema dei Fiscal Compact e delle direttive liberiste della Commissione Europea.

All’interno di questo fronte, netto, ed alternativo ai governi della II Repubblica ,pensiamo di poter radicare il processo di ricostruzione della sinistra a cui vogliamo lavorare, in modo di sottrarlo ad ogni possibile subalternita’ alle logiche di stabilizzazione di sistema del centro-sinistra.

La piattaforma di “Attuare la Costituzione“, e la proposta del compagno Lafontaine, di uscita dall’euro verso un sistema monetario a monete nazionali sul modello del precedente SME, sono riferimenti importanti nella costruzione di questo nuovo orizzonte progettuale .

Questo percorso per forza di cose dovra’ procedere per aggregazioni progressive, puntando a realizzare un percorso simile nel metodo a quello che ha portato alla costruzione di forze della stessa natura in altri paesi europei , come Syriza, la Linke , Podemos, il Parti de la Gauche. grandi federazioni che sono nate dal concorso di diverse forze , movimenti e associazioni.

I socialisti per difendere la sovranità costituzionale dai diktat BCE

  1. Sono per attuare la Costituzione, però vorrei osservare che il fiscal compact l’hanno votato i Parlamenti nazionali. Vero è che il nostro Parlamento è incostituzionale perché sono anni che votiamo con una legge elettorale incostituzionale voluta anche da tutti quelli che si dichiarano di sinistra. Resto del parere che prima di fare proposte di scassare tutto sistemiamo le cose a casa nostra cominciando con il chiedere una legge elettorale proporzionale come c’era prima del 1992 dalla rivoluzione (sic) mani pulite.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>