gli errori di Obama preparano la vittoria di Trump contro la Clinton

gli errori di Obama preparano la vittoria di Trump contro la Clinton

GLI ERRORI DI OBAMA E LA VITTORIA DI TRUMP.

Franco Bartolomei

La vittoria di Trump e’ una conseguenza diretta della scelta di Obama di sostenere la Clinton , e non l’espressione di una maggioranza di destra nella societa’ americana .

Questa scelta nefasta compiuta da Obama, e’ da vedere poi quanto autonoma, ha distrutto il lavoro politico tentato da Obama, pur tra mille contraddizioni e incertezze,  di ricostruire un ampio blocco sociale riformatore e progressista nella societa’ americana , le cui basi politiche e sociali erano state gettate dalla grande vittoria elettorale ottenuta nel 2012.
Al blocco sociale ed elettorale che porto’ la seconda volta inaspettatamente al successo Obama, e che il Presidente in carica ha cercato in tutti i modi di trasferire sulla Clinton, e’ mancato stavolta in modo netto il sostegno di quasi tutta la sinistra democratica bianca , giovani e classe lavoratrice, che vedeva con favore Sanders e diffidava , o addirittura detestava la Clinton.

Bernie Sanders, un socialista Presidente USA
Alla fine i due grandi gruppi etnici filo-Obama , Neri e Ispanici , sono rimasti politicamente isolati dal resto della societa’ civile nel loro sostegno massiccio ad una candidata impopolare , diretta espressione di quelle caste e lobby responsabili della crisi bancaria e finanziaria del 2006, e dei ripetuti fallimenti delle politiche internazionali americane .
Il risentimento dei conservatori e dell’America della provincia profonda verso la politica di Obama sull’immigrazione ispanica ha purtroppo travolto , a causa dello squilibrio politico e sociale che ha investito il suo blocco elettorale per via della disastrosa rottura a sinistra con i sostenitori di Sanders , anche lo zoccolo di consensi che si era andato consolidando sui democratici in conseguenza delle politiche sanitarie e delle politiche industriali nel settore meccanico tentate dal presidente .
Si puo’ dire tranquillamente che il tragico errore di Obama di non schierarsi per Sanders, come invece ha fatto il suo ministro del lavoro, ha aperto la strada a Trump , ed ha distrutto la possibilita’ concreta di una reale volta a sinistra del sistema americano.
Sanders rappresentava infatti l’unica vera candidatura che avrebbe consentito di consolidare e qualificare sul terreno delle scelte di governo un blocco democratico-progressista ancora in fase nascente , ed una scelta di Obama su di lui avrebbe consentito la salvezza del blocco elettorale democratico del 2012, anche sull’onda delle scelte corrette della presidenza Obama del suo ultimo Triennio di mandato , sulla sanita’ ,sull’immigrazione ispanica , sulla sanita’ ,sulla politica industriale , sullo stop all’intervento americano in Siria al fianco dei ribelli .
Questo risultato aprira’ con molte probabilita’ la strada ad un successo della Le Pen in Francia , ove la sinistra sta precipitando in una crisi di credibilita’ senza vie d’uscita.
Sull’ Italia ne …riparleremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>