Non possiamo piu’ tacere sullo stravolgimento di ruolo che ha ormai assunto la NATO , e sulla pericolosita’ delle sue iniziative, spesso addirittura contrastanti con gli interessi internazionali della Unione Europea.

nato

Il RISORGIMENTO SOCIALISTA denuncia e critica radicalmente il ruolo della Nato, oggi ,e ribadisce la conseguente necessita’ del suo scioglimento come struttura autonoma ed indipendente , e della sua sostituzione con un Comitato di Difesa Europeo , sottoposto ai poteri di indirizzo del Parlamento di Strasburgo.


Ormai la Nato e’ solo un sistema di sicurezza militare integrata , assolutamente svincolato dai poteri sovrani dei paesi europei , e persino da qualsiasi sia pur labile attivita’ di indirizzo esercitabile dagli attuali organismi dell’Unione Europea, estremamente aggressivo e pronto all’azione ben al di fuori dei suoi scopi originari, che serve solo a garantire il perimetro e l’assolutezza di un sistema geo-politico, commerciale , economico e finanziario, che punta a divenire assolutamente globale ed incontrastato , organizzato su un modello sociale ed economico assolutamente liberista , che non tollera alcuna opzione ad esso alternativo , e che in ragione della sua natura totalizzante e’ pronto anche , in una prospettiva non lontanissima ,a scontare un conflitto globale per risolvere le contraddizioni ed i limiti irrisolvibili dei suoi processi di crescita.

La NATO , da strumento di pace e di difesa in epoca di guerra fredda, si e’ ormai trasformato in uno strumento aggressivo che , dalla Guerra di Serbia in poi , ha commissariato le politiche estere dei paesi europei , funzionalizzandole in toto alle esigenze di un sistema di relazioni finanziarie , bancarie ed economiche.

In questo la Nato e’ da tempo, sul terreno dei rapporti di forza militari , cio’ che il TTIP sta per diventare nei rapporti commerciali e produttivi , e cio’ che le Istituzioni finanziarie sovranazionali ( FMI , OCSE , WTO , FED e BCE ). sono nel settore dei rapporti finanziari e bancari globali.

FRANCO BARTOLOMEI

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>