I referendum di Possibile e la Sinistra Italiana

Una riflessione sui referendum di Possibile e sulla loro riuscita che avranno ripercussioni sulla Sinistra e sulla Politica Italiana.

referendum possibile

Mancano ormai pochi giorni alla scadenza dei termini per la raccolta delle firme sui Referendum proposti dalla Associazione ” Possibile”, e sicuramente, la riuscita del tentativo di raccogliere la soglia necessaria, prevista dalla legge, per rendere possibile la consultazione popolare, costituirebbe un risultato importante per tutta la sinistra, al di la’ di ogni possibile e legittima riserva da molti sollevata su una non utile accelerazione politica dell’iniziativa, che ha prodotto una limitata condivisione organizzativa rispetto ad un impegno di tale rilevanza, nonostante la larga condivisione a Sinistra degli obbiettivi di merito dei referendum proposti.

E’ evidente che giunti a questo punto non possiamo non riflettere che un insufficiente risultato della raccolta delle firme, per abrogare le nuove norme restrittive delle libertà e dei diritti sociali dei cittadini , introdotte dal governo negli ultimi due anni, nel campo del lavoro, della scuola, ed in materia elettorale, si risolverebbe comunque in una battuta di arresto per tutte le forze che vogliono lavorare al processo costituente di una nuova forza della Sinistra, in grado di contrastare la deriva centrista su cui si e’ consapevolmente avviato il PD ed il carattere di fattore di stabilizzazione conservatrice assunto con chiarezza estrema dal governo Renzi.

Per questo motivo invito tutti i compagni che aderiscono al Movimento per il “Risorgimento Socialista”, alla Sinistra Socialista, ed a quelli che frequentano attivamente, o semplicemente ci seguono tramite Facebook, a recarsi nei punti di raccolta ovunque sparsi nel Paese per apporre la loro firma sotto gli 8 quesiti referendari.

FRANCO BARTOLOMEI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *